Artdiscount - dal 1995 mercanti e collezionisti d'arte.
Con molta passione e molta curiosità, pronti a soddisfare una ristretta cerchia di arthunters, ovviamente inappagati come noi.
Con un obiettivo: valorizzare artisti, illustratori, designer, fotografi del '900, spesso lontani dalle solite scelte.
Con uno sguardo che spazia in tutti gli ambiti dell'arte, con una particolare attenzione al disegno in tutte le sue forme, ai bozzetti, alla fotografia.
Con un budget definito, sempre compreso tra i 50 e i 5000 euro. Come vedete, a volte basta poco per essere un po' più felici.

Nota di navigazione: terminata la pagina, consultare POST PIU' VECCHI

venerdì 11 novembre 2011

Arnoldo Ciarrocchi, pittore incisore

Olio su tela, firmato, in cornice coeva, anni '50. Euro 1800
(Civitanova Marche 1916 – Civitanova Marche 2004) Pittore, ma soprattutto grande incisore, Arnoldo Ciarrocchi unisce il locale al globale, divenendo cantore della sua terra, ma anche uno dei nomi più importanti dell'arte figurativa italiana tra gli anni '50 e '60.

Artista riservato e schivo, attivo fin dai primi anni '40, si forma a Roma e riceve, nel 1951 il premio per l'incisione alla Biennale Internazionale di S. Paolo del Brasile.  Dopo gli studi presso l’Istituto d’arte di Urbino nel 1937 si trasferisce a Roma, dove lavora come torcoliere presso la Calcografia Camerale per diciasette anni. Le sue prime incisioni risalgono agli anni '40. Nel corso della sua lunga carriera Ciarrocchi ottiene prestigiosi riconoscimenti, tra i quali, nel 1951, il premio per l'incisione alla prima Biennale internazionale d'arte di San Paolo in Brasile e, nel 1952, il primo premio alla Quadriennale di Roma e nel 1955 alla prima Biennale dell'incisione italiana a Venezia. Le sue opere vengono, inoltre, esposte alla Biennale di Venezia nel 1962 e alla Quadriennale di Roma nel 1976. All’intensa attività grafical Ciarrocchi alterna, soprattutto dal 1956 al 1962, l’acquarello, ma sperimenta un po’ tutte le tecniche pittoriche contemporanee. L’area nella quale si muove, anche nei dipinti ad olio, attinge da Cezanne e Morandi, ma con nuove ricerche di spazio e di luce.

Nessun commento:

Posta un commento